Anomalie sull'appalto del porta a porta: l'interrogazione del M5S

Ecosportello mai aperto, buste non consegnate e inadempimenti contrattuali, tutti i dubbi dei pentastellati

| di Il consigliere e portavoce del M5S di Fondi Bruno Sepe
| Categoria: Attualità
STAMPA

Nel Consiglio comunale di giovedì 20 Dicembre u. s. abbiamo presentato un’interrogazione scritta, a risposta scritta, in merito a diverse anomalie nel contratto tra il comune di Fondi e l’ A.T.I “DE VIZIA/URBASER”per l’appalto di Raccolta differenziata Porta a Porta.

Dalla documentazione raccolta risulta che la gara è stata vinta per “MIGLIORE OFFERTA TECNICA”. Ora se alcuni punti del contratto che hanno permesso l’aggiudicazione della gara vengono disattese, creando un danno per i cittadini, ci chiediamo se questo possa configurarsi come Inadempienza contrattuale.

Aspettiamo la risposta che valuteremo attentamente e considerato i costi del servizio chiediamo una maggiore attenzione da parte dell’amministrazione per i diritti dei cittadini di Fondi.

Il testo integrale dell'interrogazione

Oggetto: Interrogazione scritta, a risposta scritta, in merito a diverse anomalie riguardanti il servizio di raccolta, trasporto e conferimento dei rifiuti urbani e assimilati, differenziata “porta a porta” tra A.T.I. DE VIZIA/URBASER e Comune di Fondi.

Gentile Sig. Sindaco, Assessori, Consiglieri comunali,

Con l’intervento di oggi vorrei sollecitare l’assessore all’ambiente a prendere atto di alcune anomalie riguardanti il servizio di raccolta, trasporto e conferimento dei rifiuti urbani e assimilati, differenziata “porta a porta”, servizio di spazzamento stradale e altri servizi accessori.

Rispetto al contenuto del contratto rep. N. 1448 stipulato in data 09/06/2016, si segnala quanto segue:

  1. Dalla documentazione ricevuta a seguito di accesso agli atti depositato dal sottoscritto in data 11/09/2018, si rileva che in data 3/10/2017 il dirigente Martino Di Marco ha incontrato personale dell’A.T.I. De Vizia Transfer spa – Urbaser sa, vincitrice dell’appalto presso il Comune di Fondi, fa riscontrare il mancato ritiro delle attrezzature per la raccolta differenziata da parte di molte utenze. A seguito di quell’incontro, in data 15/11/2017 lo stesso dirigente ha chiesto espressamente l’invio dell’elenco nominativo delle utenze dotate di attrezzature ma non iscritte al ruolo Tari.
  2. La richiesta era inoltrata In base all’art.65 capitolato speciale d’appalto si prevede tra l’altro che: “Il concorrente dovrà in sede di offerta tecnica descrivere dettagliatamente le attività e le procedure, modalità e tecnologie che intende adottare per eseguire le attività di verifica e rendicontazione delle utenze non presenti in banca dati e individuate durante le attività di verifica”. Nel capitolato tra l’altro si riconosce un aggio sulle somme effettivamente riscosse dal comune in base alla segnalazione degli utenti evasori.
  3. Si susseguivano una serie di incontri, non ultimo quello del 05/06/2018 durante il quale l’Ati chiedeva al comune una “integrazione delle fonti di rilevazione”, ribadita con Pec del 09/06/2018
  4. Da parte sua il Comune tramite il nuovo dirigente Bonaventura Pianese reiterava la richiesta il 10/07/2018 ottenendo una risposta in data 31/07/2018 “ sopportata da idonee ragioni”.
  5. In data 22/10/2018 lo stesso dirigente ammonisce la società circa l’applicazione di sanzioni mediante decurtazione dei pagamenti futuri

Ecosportello: in data 30/07/2018 l’Ati comunica al Comune che è stato attivato l’Eco sportello. Da quanto dichiarato dall’Ati appaltatrice è attivo per circa 23 ore a settimana nei giorni feriali preso il Centro Servizi in località 3 ponti. Tuttavia si tratta di un luogo distante circa 3 km dal centro della città.

In realtà il capitolato di appalto (Art. 76 - Ecosportello Centro Servizi, pp 62 – 63) recita:

“L’affidatario dovrà dotarsi, entro 30 (trenta) giorni dall’assunzione del servizio, di una sede amministrativa dove eleggere domicilio legale e di uno sportello aperto al pubblico (di seguito anche solo “Ecosportello”) secondo le modalità di seguito indicate. Il domicilio legale e l’Ecosportello dovrebbero preferibilmente avere la medesima sede. In particolare:

a. l’Ecosportello dovrà essere ubicato in un immobile dotato di agibilità delle misure di accesso anche per i soggetti portatori di disabilità motorie, ed essere ubicato nel Centro Città.

b. al fine di garantire la massima fruibilità dei servizi, il Fornitore dovrà garantire l’apertura dell’Ecosportello, almeno, negli stessi orari (giorni ed ore) di apertura al pubblico degli uffici comunali attraverso personale adeguatamente formato”.

In sede di gara risulta che l’offerta vincitrice prevedeva, infatti, la localizzazione in centro, con allegato un impegno di affitto in Via Stazione 6. Come mai poi si è fatta una cosa diversa?

C’è poi il discorso delle buste.

L’art. 52 del capitolato speciale d’Appalto per il “Servizio di raccolta della frazione umida organica” prevede (pag. 52, punto 3):

“3. L'Impresa dovrà fornire, a proprie spese, a ogni utenza domestica, i seguenti materiali:

 n. 01 (uno) contenitore di colore marrone e capacità volumetrica di almeno 7 litri da utilizzare come “sottolavello”;

 n. 01 (uno) contenitore di colore marrone e capacità volumetrica di almeno 20 litri per il conferimento in strada;

 n. 150 (centocinquanta) sacchetti in materiale compostabile da almeno 10 litri di capacità volumetrica idonei all’impiego nel sottolavello, per ogni anno di servizio”.

Da quanto mi risulta le buste sono distribuite, ma in locali, quelli dell’ECOSPORTELLO, lontano dal centro cittadino, con aggravi dei costi per i privati per il raggiungimento. In queste condizioni non creerebbe meno disagi se fossero distribuite dagli stessi operatori ecologici che già servono l’utenza?

S'interroga la S.V. per sapere se non si ritenga che le suddette segnalazioni rientrino negli inadempimenti contrattuali, se siano stati quantificati e contestati e se costituiscano, o no causa di risoluzione contrattuale.

Il consigliere e portavoce del M5S di Fondi Bruno Sepe

Contatti

redazione@fondinotizie.net
mob. 393.3919141
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK