Pannoloni di scarsa qualità: la denuncia di un gruppo di pazienti

Riceviamo e pubblichiamo la segnalazione di 3 diversi lettori circa le forniture della Asl

| di La Redazione
| Categoria: Attualità
STAMPA

È cambiato solo da 18 giorni il fornitore di pannoloni per anziani della Asl di Latina ma, nelle ultime tre settimane, in molti hanno già accumulato guai da vendere. Sì perché quella che può sembrare un'agevolazione banale è in realtà un grande aiuto per chi, per motivi di salute ed economici, è costretto a chiedere al sistema sanitario nazionale la fornitura completa.

Tutto bene fino al mese di marzo quando, all'improvviso, i diversi utenti si sono visti consegnare materiali, a detta dei diretti interessati, scadenti a tal punto da non poter essere utilizzati.

"Mia madre era guarita - racconta la figlia di un'anziana di Monte San Biagio con diverse patologie - adesso ha di nuovo una brutta piaga sul fondo schiena in quanto resta sempre perennemente bagnata. Purtroppo non possiamo permetterci di acquistare la fornitura completa in farmacia e per noi è un gran bel problema. Abbiamo segnalato il problema alla Asl, ai medici di base, ma nessuno sembra darci retta".

Purtroppo non è di un caso isolato che si tratta.

"Sono pochi e hanno un cattivo odore anche pochi minuti dopo essere stati utilizzati - racconta un'altra signora di Fondi con lo stesso problema - l'anziana che assisto purtroppo non può fare a meno di acquistarli privatamente anche se si tratta di una spesa piuttosto importante nell'arco di tutto il mese e non nascondo che, per fare fronte a un simile costo deve fare altre rinunce".

"Non è fornendo materiali scadenti che si aiutano gli utenti" aggiunge un terzo utente, alimentando ulteriormente una lamentela che si fa via via più insistente.

La Redazione

Contatti

redazione@fondinotizie.net
mob. 393.3919141
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK