Impianto di miticoltura, l'intervento del Pd e l'interrogazione del consigliere Forte

| di I consiglieri del Pd di Fondi
| Categoria: Comunicati Stampa
STAMPA

Fin da quando abbiamo sollevato il caso dell'impianto di mitilicoltura nel mare di Capratica, suonando la sveglia al Sindaco De Meo e alla sua amministrazione che avevano colpevolmente “dormito” quando la Regione li aveva chiamati ad esprimersi, abbiamo sottolineato che, in ogni caso, la procedura seguita dalla Direzione Regionale nel rilasciare la concessione era pasticciata, non regolare, formalmente e sostanzialmente viziata e, quindi, da annullare.

Siamo stati proprio noi immediatamente a sollecitare il Sindaco a ricorrere al TAR e, conseguentemente, approviamo e sosteniamo la sua scelta di dare mandato all'avvocato del Comune di procedere in tal senso.

Come siamo soliti fare e come ci eravamo impegnati, non ci siamo limitati solo a criticare l'oggettiva inerzia, se non proprio la colpevole complicità, dell'Amministrazione comunale ma ci siamo attivati per far annullare la concessione e per far fronte comune a difesa degli interessi dell'intera cittadinanza.

Fin da subito abbiamo interessato della questione il consigliere regionale Enrico Forte che si è immediatamente attivato per darci tutte le informazioni e per farsi tramite presso l'assessore Hausmann della sensibile apprensione e della profonda preoccupazione della nostra comunità per il rischio di compromettere la bellezza del tratto di mare più bello e ancora ben conservato del nostro comune.

Gli interventi in tal senso si sono concretizzati anche in una interrogazione urgente che alleghiamo, con cui, in sostanza, si chiede all'Assessore Hausmann e al Presidente Zingaretti di intervenire ad annullare la concessione.

            Riteniamo che i responsabili politici della nostra Regione debbano e possano intervenire a far recedere il dirigente firmatario dalla ottusa difesa ad oltranza di un provvedimento che presenta chiari vizi di legittimità e che, soprattutto, offende e lede i diritti dei cittadini di Fondi nella gestione del proprio territorio.

IL TESTO INTEGRALE DELL'INTERROGAZIONE DI FORTE

Il sottoscritto consigliere Enrico Maria Forte

Premesso che:

- Con Determinazione n. G09852 del 13/07/2017 la Direzione Agricoltura e Sviluppo Rurale, Caccia e Pesca della Regione Lazio ha concesso alla Soc. Coop. Mitilflegrea lo specchio acqueo antistante il territorio del Comune di Fondi e del Comune di Sperlonga per un totale di mq.305.000 a scopo di miticoltura;

- Con istanza acquisita al protocollo Regionale 557839 l’8/10/2014 la Soc. Coop. Mitilflegrea ha richiesto la concessione demaniale marittima a scopo di allevamento mitili bivalvi, su uno specchio acqueo di complessivi mq 305.000 antistante il territorio di SPERLONGA, tanto è vero che la stessa, ai fini della prescritta pubblicità ed eventuale opponibilità da parte di terzi, è stata pubblicata nell’albo Pretorio del Comune di Sperlonga e nella Capitaneria di Porto del Comune di Gaeta;

- Il Comune di Sperlonga, con propria deliberazione di giunta municipale n.16 del 22/03/2015, ha espresso parere contrario alla richiesta concessione;

 

-                    Con nota del 12/01/2016 la Regione Lazio ha comunicato l’esito della Conferenza dei Servizi;

 

Visto che:

- La L.R. n.8/2016 il cui articolo 11, al comma 4, statuisce che alla Conferenza dei Servizi promossa o indetta ai fini del rilascio o del rinnovo della concessione demaniale ad uso acquacoltura in mare partecipa, altresì, l’amministrazione comunale competente con riferimento allo specchio acqueo richiesto in concessione, al comma 5, prevede che la medesima amministrazione comunale rende parere tecnico in merito alla compatibilità dell’impianto con le attività turistiche ed economiche presenti nell’area nonché in merito alla conservazione del paesaggio naturale e costiero del litorale laziale; al comma 7, precisa che il parere di cui sopra deve essere reso in tutti i procedimenti non ancora conclusi alla data di entrata in vigore della legge medesima;

- La legge impone dunque la partecipazione alla Conferenza dei Servizi sull’istanza della Mitilflegrea sia al Comune di Sperlonga che al Comune di Fondi;

-                    La Regione in data 29/03/2017, ha trasmesso al Comune di Fondi una richiesta di parere tecnico in merito, allegando la sola relazione della Mitilflegrea Soc. Coop. Contenente riferimenti al Comune di Sperlonga e senza trasmettere alcun altro utile elemento per poter esprimere il parere richiesto né tanto meno il verbale di chiusura della Conferenza di Servizi né i relativi pareri acquisiti in seno alla stessa.

-         

Rilevato che:

- L’iter che ha caratterizzato la richiesta di concessione avanzata dalla Mitilflegrea presenta diverse incongruenze e lacune;

 

Tutto ciò premesso,

il sottoscritto consigliere regionale

Interroga

 

Il Presidente della Giunta Regionale Nicola Zingaretti e l’assessore regionale Carlo Hausmann per sapere:

- Quali sono le ragioni per cui il procedimento dell’istanza di concessione presentata dalla Mitilflegrea in data 08/10/2014 nei confronti del Comune di Sperlonga si è concluso con la determinazione n. G09852 del 13/07/2017 nei confronti del Comune di Fondi e se non ricorrono i presupposti per l’annullamento della suddetta concessione.

 

Roma, 10 agosto 2017

Cons. Enrico Maria Forte

I consiglieri del Pd di Fondi

Contatti

redazione@fondinotizie.net
mob. 393.3919141
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK