Caso Sperlonga, "Partecipazione Attiva" commenta i silenzi e le assenze dello Stato

| di Movimento Civico Partecipazione attiva
| Categoria: Comunicati Stampa
STAMPA

E’ di oggi la notizia dell’ennesima interrogazione parlamentare presentata dal M5S ai ministri dell’Interno, della Giustizia, dell’Economia e Finanze volta a richiedere che lo Stato eserciti i suoi poteri ispettivi nei confronti dell’amministrazione comunale di Sperlonga, che da anni vanta il primato di procedimenti giudiziari a carico del sindaco, del vicesindaco, di componenti della giunta e di alcuni dirigenti dell’ente municipale. 


Le precedenti interrogazioni presentate in passato, per quanto ci risulti, non hanno mai avuto risposta. Il silenzio e l’assenza dello Stato laddove l’azione di un’amministrazione pubblica sembra abbondantemente e costantemente debordare dai limiti imposti dalla leggge è di una gravità inaudita, tanto più quanto silenzi e assenze si reiterano nel tempo e nelle diverse articolazioni della macchina statale. 
A tale riguarda vogliamo ricordare che anche un corposo esposto-dossier, presentato nello nel settembre del 2017 dal Movimento Civico Partecipazione Attiva al prefetto di Latina Faloni e al Ministro degli Interni Minniti, e poi ripresentato (nel novembre 2017) al nuovo prefetto Maria Rosa Trio, non ha mai ricevuto alcun riscontro. L’esposto del Movimento Partecipazione Attiva descriveva con ricchezza di particolari la “grave e diffusa situazione di illegalità che, da oltre un decennio, mina la qualità democratica della vita del paese, contraddice in maniera plateale e non più tollerabile il principio costituzionale di buon andamento e di imparzialità dell’azione amministrativa ed altera i valori fondativi dello Stato di diritto, della convivenza sociale e del principio di uguaglianza dei cittadini”.

Tali silenzi e assenze dello Sato sembrano rafforzare l’arroganza di un’amministrazione che mostra di essere sempre più a suo agio nel dileggio delle leggi, delle norme e delle procedure, fino a giungere, proprio pochi giorni fa, a concepire una delibera di Giunta in cui il Comune si è incredibilmente costituito parte civile in difesa del sindaco, del vicesindaco e di dirigenti comunali in un processo dove questi sono imputati per il reato di lottizzazione abusiva. 
Avevamo chiesto al Gruppo di minoranza di fare fronte comune per rilanciare il nostro esposto all’attenzione degli Organi competenti dello Stato, ma anche il Gruppo di minoranza, su questo versante, ha fatto sentire il suo silenzio e la sua assenza. 
Assenze e silenzi, tutti, che non favoriscono la fiducia dei cittadini nelle istituzioni e nella politica e che di certo non li aiutano ad avere fiducia e a prendere coraggio.
Partecipazione Attiva è soltanto un piccolo movimento civico, ma porterà fino in fondo l’impegno per il quale si è costituito: la difesa della legalità, dei diritti e dell’uguaglianza, valori scomparsi a Sperlonga da molti, troppi anni.
Nei prossimi giorni ci rivolgeremo al nuovo ministro degli Interni Matteo Salvini, riproponendo il nostro esposto.

Movimento Civico Partecipazione attiva

Contatti

redazione@fondinotizie.net
mob. 393.3919141
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK