"Sperlonga Cambia" sull'ufficio ambiente: Ufficio Ambiente: "Il trend della Giunta Cusani, assumere a titolo gratuito e licenziare sulla pelle di sei dipendenti comunali"

| di Ufficio stampa "Sperlonga Cambia"
| Categoria: Comunicati Stampa
STAMPA
I consiglieri di minoranza. Nella gallery alcune delle emergenze a Sperlonga negli ultimi anni

I nodi, prima o poi, vengono al pettine e anche la giunta Cusani è stata costretta ad abbandonare il suo mondo virtuale per fare i conti con la realtà. Non siamo ai livelli di degrado di dodici mesi fa, fortunatamente, ma anche questa estate siamo alle prese con problemi legati alla pulizia e al decoro urbano.

I tentativi di nascondere le criticità del servizio sotto sfilate di bandiere blu si sono rilevati inutili, così la Giunta Cusani è corsa ai ripari per evitare il ripetersi di una stagione estiva come quella dell'anno scorso. Ancora una volta, però, lo ha fatto con un provvedimento che è solo l’ennesimo intervento tampone e non offre una soluzione stabile e definitiva.

Dopo il responsabile dell’Ufficio Tecnico, anche l’ufficio ambiente si avvarrà di una collaborazione a titolo gratuito. Un’ottima notizia per un ufficio a corto di personale e anche per le casse comunali, che, malgrado le rassicurazioni della maggioranza, sono praticamente vuote.

Ben venga la disponibilità di un ex dipendente comunale che vuole continuare a dare il suo contributo per il benessere del nostro paese. Anzi, a lui va il ringraziamento da parte dell’intera collettività. Il problema è che l’Amministrazione comunale che ha deciso di assumere a titolo gratuito un collaboratore per far fronte alle difficoltà relative alla pulizia e al decoro urbano è la stessa che un anno fa ha adottato un provvedimento di mobilità a carico di sei operai comunali impiegati proprio presso l’Ufficio ambiente, che si occupavano di garantire la pulizia delle strade del nostro borgo.

L'ennesima contraddizione della Giunta Cusani, che continua a procedere per tentativi, con decisioni prive di logica e di coerenza.

Alla prova dei fatti, la mobilità ai danni dei sei dipendenti dell’ufficio ambiente appare più come un’incomprensibile scelta punitiva che come una decisione strategica volta a migliorare l’efficienza del servizio e tutte le decisioni adottate successivamente dall'Amministrazione ne sono la conferma. Non comprendiamo la logica di mettere in mobilità sei operai comunali per poi assumere a titolo gratuito personale da destinare al medesimo Ufficio Ambiente. Questa Amministrazione è ancora in tempo per rivedere le proprie decisioni. Sarebbe una scelta dettata dal buon senso, dalla logica, per difendere il futuro di sei famiglie e per garantire con maggior efficienza la pulizia e il decoro urbano del paese. Sbagliare è umano, perseverare è diabolico.

Ufficio stampa "Sperlonga Cambia"

Contatti

redazione@fondinotizie.net
mob. 393.3919141
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK