Da San Francisco a Fondi, passando per Napoli: domenica aperijazz al ‘Beltempo’

| di Casa delle Arti "Beltempo"
| Categoria: Comunicati Stampa
STAMPA

Domenica 27 Ottobre alle ore 19.30, il Beltempo - Casa delle Arti sperimenta l'AperiJazz, con un gruppo d'eccezione: "LISA MEZZACAPPA'S NAPOLI IV" - Creative Jazz from San Francisco & Naples.

L'esperimento prevede un connubio che parte da questo assunto: anche a te la musica che più piace arriva in pancia? Allora l'AperiJazz è l'appuntamento per te. Per la musica e per il buon cibo.

LISA MEZZACAPPA, compositrice e bassista da San Francisco, collabora con STEFANO COSTANZO (Tricatiempo, Marzouk Mejri, Andrea Rea Trio), MARCELLO GIANNINI (Enrico Rava, Daniele Sepe, Slivovitz) e CHARLES FERRIS (Sineterra, Marzouk Mejri), musicisti attivi a Napoli, in un quartetto che fa entrare in contatto, in una musica intensamente originale, cruda e vitale, due accese città costiere. Nelle composizioni eseguite dal quartetto, brani di Mezzacappa e Costanzo, sono rintracciabili echi di jazz elettronico, di un sabbioso garage rock e dell'onda avant-garde del jazz di Chicago. La musica solca e fluttua, con ardite melodie di tromba, trincianti linee di chitarra e con l'intensa interazione della sezione ritmica, che mette insieme roca densità e delicate astrazioni.
Formazione:
Charles Ferris - tromba
Marcello Giannini - chitarra elettrica
Lisa Mezzacappa - contrabasso
Stefano Costanzo - batteria

LISA MEZZACAPPA, "leader ispirato, pregevole contrabbassista e figura tra le più interessanti dell'intera San Francisco Bay Area" (All About Jazz Italia), fa musica che spazia libera improvvisazione, composizione contemporanea e jazz creativo. Collaboratore attivo nella comunità musicale della California, Lisa suona regolarmente in gruppi jazz originali, e dirige numerosi gruppi celebri, come il suo quartetto di "garage jazz" Bait & Switch (votato "migliore gruppo esordiente" dal Village Voice Jazz Critics Poll) e il gruppo elettro-acustico da camera Nightshade. Segue progetti di collaborazione con Darren Johnston, Kjell Nordeson e Aram Shelton (Cylinder), Gino Robair e John Shiurba (Oro Blanco!), il batterista berlinese Jason Levis (Duo B.), un trio con la cantante di Brooklyn Fay Victor, e una nuovo quartetto con il sassofonista veneziano Piero Bittolo Bon. I suoi album sono stati distribuiti da prestigiose etichette discografiche quali Clean Feed, NoBusiness, Leo, NotTwo, Evander e Edgetone, e ha anche registrato per Tzadik, Kadima e Porto Franco Records. Lisa organizza inoltre concerti di jazz e musica sperimentale a San Francisco e Los Angeles, e collabora frequentemente a progetti interdisciplinari in installazione sonora, cinema sperimentale, e arte visiva.

STEFANO COSTANZO, batterista e compositore, nasce a Caserta il 25/08/1981. Diplomato In “Musica Jazz” al Conservatorio San Pietro a Majella (Napoli). Ha frequentato il biennio di alto perfezionamento “InJam”, presso Siena Jazz (Siena). La sua preparazione tecnica, prevalentemente da autodidatta, la sua vena compositiva quasi totalmente istintiva e “naif”, e la sua ricerca verso un “suono” di batteria inusuale e quasi onomatopeico ( che lo ha spinto ad allargare il proprio set con campane etniche ed oggetti vari),fanno di lui un musicista decisamente personale e caratterizzante. Da poco è uscito il suo primo album come leader dei Tricatiempo per la prestigiosa etichetta pugliese “AUAND” di Marco Valente. Nel 2000 è fondatore dei Tricatiempo gruppo che affianca alla ricerca musicale,la collaborazione con Davide Di Franco per la creazione di performance e spettacoli "audio - visivi". Oltre ai Tricatiempo collabora con il polistrumentista tunisino ,Marzouk Mejri in due dei suoi progetti,con il nuovo trio di Andrea Rea con il quale ha registrato da poco un disco,con il trio William Burroughs insieme a Giacomo Ancillotto alla chitarra. Membro della Improart Orchestra ha eseguito “Murmurii” con la conduction di Adam Rudolph,e “Changing The System” di Christian Wolff con la preparazione di David Ryan e Gianni Trovalusci.

CHARLES FERRIS, tromba. Californiano di San Francisco, trombettista ed etnomusicologo, arriva a Napoli come borsista Fulbright con una ricerca sulle tradizioni e i canti della Campania. Qui suona con diverse formazioni e collabora come compositore, musicista-attore ai The Enthusiastics, l'ensemble di azione corale di Annalisa D'Amato. Dopo dodici anni di studi di musica classica, si e' dedicato all'improvvisazione studiando con John D'Earth, Myra Melford, Steve Coleman, Henry Threadgill, Gabriele Mirabassi, e Erhan Veliov. Da quando ha iniziato a suonare trent'anni fa, ha attraversato quasi ogni genere musicale. Ha 'militato' nelle formazioni di improvvisazione sperimentale di Otomo Yoshide, Marie' Abe, Aaron Novik, e del collettivo napoletano di musica improvvisata Crossroads Improring. A San Francisco ha suonato con il gruppo balkan jazz, i Japonize Elephants e l'orchestra di musica afro-cubana Quimbombo e ha fondato i Four Flea Circus e gli Al Ferrabe. Ha creato la musica per il cortometraggio Straight Sex (2003). In Italia dal 2006, ha collaborato con i progetti originali rock dei Sineterra (Agualoca Records), di Joe Martone and the Travelling Souls e della sperimentalista Barbara de Dominicis. Fa parte dei gruppi di Marzouk Mejri, La Mescla, e Ajar Quartet.

MARCELLO GIANNINI nasce a Napoli nel 1982. Dal 2001 è membro del sestetto Slivovitz, con cui incide tre dischi, “Slivovitz”, per l’etichetta milanese Ethnoworld, “Hubris” e “Bani Ahead” con la newyorkese MoonJune. “Hubris” riceve ottime critiche in tutto il mondo e ben quattro stelle sul noto sito di critica musicale AllMusic. Con il gruppo vince i concorsi di Teano Jazz, EthnoJazz Competition e il premio Toast al M.E.I. di Faenza. Nel 2008 si iscrive al seminario di alto perfezionamento In.JaM di Siena Jazz dove vince una borsa di studio per frequentare il laboratori estivi tenuti da Enrico Rava; successivamente il trombettista lo inserisce nel suo gruppo “Parco Della Musica Jazz Lab”, con il quale registra il cd della collana ‘Jazz Italiano Live 2009’ per L’Espresso. Si è esibito in numerose manifestazioni e festival tra cui Villa Celimontana Jazz Festival, Roma Jazz’s Cool alla Casa Del Jazz, Zsiget Festival, Teano Jazz Festival, Müvészetek Völgye Valley of Arts, Debrecen Music Festival, Arena Flegrea, Ethnojazz Music festival, European Jazz Expo, Umbria jazz, Pescara Jazz Festival, Nisville Jazz festival, etc. Attualmente continua a collaborare nei progetti di Enrico Rava ed è chitarrista di alcuni progetti del sassofonista Daniele Sepe e del percussionista tunisino Marzouk Mejri. Fa parte del quartetto del vibrafonista Pasquale Bardaro. Suona in numerose band napoletane tra cui Slivovitz, Tricatiempo, Insuladulcamara.
 

Casa delle Arti "Beltempo"

Contatti

redazione@fondinotizie.net
mob. 393.3919141
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK