Rogo doloso al pontile del Canale Portella sul Lago di Fondi

| di La Redazione
| Categoria: Comunicati Stampa
STAMPA

Ignoti nel pomeriggio della giornata di lunedì 17 settembre scorso hanno dato fuoco alle strutture che da soli pochissimi giorni erano state ripristinate dall'Ente Parco Naturale Regionale Monti Ausoni e Lago di  Fondi.

Gesto gravissimo sul quale stanno già indagando gli inquirenti quello accaduto nel pomeriggio della giornata di lunedì 17 settembre scorso: un incendio, di evidente causa dolosa, ha gravemente danneggiato il pontile e le strutture del Canale Portella sul Lago di Fondi nel Comune di Monte San Biagio LT.

Solo da pochissimi giorni era stato portato a compimento l'intervento di ripristino e risistemazione di tutte le parti infrastrutturali lignee, ubicate nelle acque interne del Canale Portella con relative attrezzature di supporto alla pesca da parte del personale dell'area tecnica dell'Ente Parco Naturale Regionale Monti Ausoni e Lago di Fondi.

Il lavoro aveva interessato l’argine idraulico sinistro del canale, con la risistemazione di un pontile in legno per l’attracco di piccole imbarcazioni da pesca, con relative opere complementari di accesso e di servizio, unitamente al recupero di un piccolo fabbricato in disuso ed attualmente fatiscente, risalente all’epoca della bonifica, risanato e reso funzionalmente operativo per la prima lavorazione del pescato.

L'Ente Parco Monti Ausoni ha provveduto, tramite il servizio Guardiaparco, a denunciare quanto accaduto alle autorità competenti che stanno già indagando.

Ci si augura che i responsabili, al momento ignoti, possano essere subito individuati e denunciati. (Nota integrale del Parco dei Monti Ausoni")

AGGIORNAMENTO

Le dichiarazioni dell'assessore Arncangelo Di Cola che ha parlato in un video di scarsa manutenzione di quello che doveva essere il fiore all'occhiello del territorio.

 

La Redazione

Contatti

redazione@fondinotizie.net
mob. 393.3919141
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK