Sperlonga firma convenzione con il Comune di Campodimele ma il responsabile è indagato in tre processi

L'intervento di Nicola Reale del Movimento Partecipazione Attiva

| di Movimento Civico "Partecipazione Attiva"
| Categoria: Comunicati Stampa
STAMPA

Se è vero – come sosteneva Albert Einstein – che lo stupirsi, il meravigliarsi, il sorprendersi è ciò che ci tiene in vita, allora tenere gli occhi su ciò che accade nel Comune di Sperlonga ci garantirà una lunga vita.

Nonostante le molteplici bufere giudiziarie che stanno tempestando l’Amministrazione guidata dal sindaco Cusani (“un uomo superiore, dalla mente sublime”, come lo ha recentemente definito un suo noto e devoto supporter locale), le deliberazioni che la Giunta municipale continua sfornare continuano a rimanere aderenti a quei profili di illegittimità o di illegalità o di inopportunità che hanno segnato la vita amministrativa del paese negli ultimi 20 anni.

L’ultima “chicca” risale allo scorso 13 marzo. Come è noto, il Comune di Sperlonga ha firmato una convenzione con i comuni di Campodimele, Lenola e Monte San Biagio per la gestione associata delle funzioni e dei servizi fondamentali mediante Uffici Unici Intercomunali. Bene, lo scorso 13 marzo il vice sindaco del Comune di Campodimele (che è comune capofila) ha firmato un Decreto sindacale con il quale “ritenuto necessario provvedere alla nomina di un nuovo Responsabile dell’Area 2 “Territorio e Ambiente” per i Comuni di Sperlonga e Campodimele”, affida all’Arch. Francesco Paolo Zannella (casualmente fratello del sindaco di Campodimele) l’incarico di Responsabile dell’Area 2 “Territorio e Ambiente” del Comune di Sperlonga; incarico che non potrà protrarsi oltre il 30 agosto p.v. in attesa che si concluda la procedura concorsuale per la copertura del posto di Responsabile dell’Area.

Tale nomina, ovviamente concordata e accettata dal Comune di Sperlonga, sembrerebbe rientrare in una prassi del tutto regolare se non fosse che l’Arch. Francesco Paolo Zannella, ad oggi, risulta come persona indagata in ben tre diversi processi, tutti e tre relativi a opache vicende edilizie sul territorio del Comune di Sperlonga.
Nel primo processo, relativo alla costruzione in via Colombo di un palazzo di 400 mq con 18 appartamenti e annesso parcheggio interrato, al nostro Architetto (all’epoca responsabile dell’ufficio tecnico territoriale della Provincia di Latina), viene contestato il rilascio di un parere paesaggistico nel quale non si fa riferimento ai vincoli e alle prescrizioni dei piani regolatore e territoriale paesistico, e per tale ragione è accusato di abuso di ufficio e falso ideologico in atto pubblico.

In un secondo processo, relativo alla contestazione del reato di lottizzazione abusiva perpetrato con la realizzazione e i successivi interventi di ampliamento della struttura alberghiera Ganimede di proprietà del sindaco di Sperlonga Cusani e del vice sindaco Faiola, lo stesso impavido Architetto Zannella (all’epoca funzionario della Soprintendenza) è accusato di aver dato i pareri propedeutici alle autorizzazioni comunali e pertanto risulta indagato per il reato di lottizzazione abusiva.
In un terzo processo sempre l’Arch. Zannella è accusato del reato di abuso di ufficio perché, nella sua qualità di funzionario del Ministero per i Beni e le Attività culturali, si sarebbe attivamente impegnato affinché lo specchio d’acqua del Lago Lungo di Sperlonga venisse aperto illecitamente alle barche mediante la posa di pontili galleggianti.


Dunque, alla luce del quadro fin qui descritto, resta solo da chiedersi se sia stato opportuno affidare a una tale persona l’incarico di Responsabile proprio dell’Area 2 “Territorio e Ambiente” per i Comuni di Sperlonga e Campodimele. E soprattutto c’è da chiedersi perché proprio a lui. La risposta forse sta nelle parole del succitato noto e devoto supporter locale del Sindaco Cusani: “Tutto quello che fa lo fa per il nostro bene”.
Dispiace che la minoranza consiliare non si accorga di tutto questo e taccia.

Nicola Reale, Movimento Civico "Partecipazione Attiva"

Movimento Civico "Partecipazione Attiva"

Contatti

redazione@fondinotizie.net
mob. 393.3919141
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK