Agricoltura: il programma di "Monte San Biagio Futura" per rilanciare il settore

Le proposte in 5 punti: Marchio IGP, finanziamenti regionali, valorizzazione del Piano di Sviluppo Rurale, promozione delle culture locali, turismo rurale

| di Monte San Biagio Futura
| Categoria: Comunicati Stampa
STAMPA

L’attenzione  per l’Agricoltura deve ritornare ad essere centrale nella programmazione comunale, sfruttando gli spazi di finanziamento riconosciuti dalla Regione Lazio.
L’azione amministrativa  di Monte San Biagio Futura in tale settore sarà alquanto articolata anche attraverso la valorizzazione della multifunzionalità.

Cosa si intede per multifunzionalità nel settore dell'agricoltura? 

Per agricoltura multifunzionale s’intende quell’agricoltura che, oltre ad assolvere la propria funzione primaria, ovvero la produzione di beni alimentari, è in grado di fornire servizi secondari, utili alla collettività.
L’azienda agricola multifunzionale è quindi quella che esercita l’attività agrituristica e vende direttamente i propri prodotti, ma anche quella che svolge attività didattiche, cura e mantiene il verde pubblico, riqualifica l’ambiente, gestisce le aree venatorie e la forestazione, eleva il potenziale turistico di una determinata area e contribuisce allo sviluppo rurale del territorio.

Agricoltura: il programma sintetizzato in 5 punti



•    avviare e promuovere la procedura di riconoscimento del marchio IGP per la salsiccia tipica di Monte San Biagio nonché marchio DOP ed IGP per altri prodotti ortofrutticol di eccellenzai;
•    attivare le procedure per l'accesso ai finanziamenti comunitari e regionali per il sostegno, la modernizzazione e la valorizzazione delle aziende agricole locali e di quelle che effettuano coltivazioni tipiche, biologiche ed eco-sostenibili;
•    favorire la valorizzazione e la diffusione, in particolare, delle misure previste dal “Piano di Sviluppo Rurale” (nell’ambito della PAC) i cui primi bandi sono stati pubblicati durante i primi mesi del 2016;
•    sostenere le aziende presenti sul territorio, soprattutto nella promozione delle colture locali attraverso partecipazione attiva a fiere e manifestazioni promozionali a livello nazionale e internazionale, sfruttando la posizione strategica di Monte San Biagio,  a metà strada tra Roma e Napoli e a pochi Km dal litorale. Gli abitanti di queste città possono rappresentare già nell’immediato, un enorme bacino di utenza sia per la vendita diretta di prodotti tipici (salsiccia, olio extravergine di oliva, olive, latticini, agrumi e prodotti derivati) sia per quanto concerne l’offerta agrituristica. L’istituzione di eventi culturali legati all’enogastronomia favorirebbe inoltre l’incontro tra produttori e consumatori finali, accorciando così la filiera di distribuzione creando i presupposti per un turismo legato alle produzioni e alla cultura del territorio;
•    incentivazione delle forme di turismo rurale, della diffusione di agriturismi e del cosiddetto “turismo verde”, settori in crescita al livello nazionale.

L'appello di Monte San Biagio Futura

Se gli elettori premieranno la nostra lista civica - è l'appello di Monte San Biagio Futura e del  candidato sindaco Guglielmo Raso - tutto quanto annunciato in questo programma potrebbe divenire realtà

Monte San Biagio Futura

Contatti

redazione@fondinotizie.net
mob. 393.3919141
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK