Assistenza ai bagnanti, "Sperlonga Cambia": "Il Comune del copia e incolla colpisce ancora"

| di Ufficio stampa "Sperlonga Cambia"
| Categoria: Comunicati Stampa
STAMPA

Bandi pubblicati in ritardo, fatti con il copia e incolla e senza prendersi la briga di rileggerli per evitare errori clamorosi, e l’ennesima brutta figura di un’Amministrazione che di pessime figure ne colleziona in serie.

Il 27 maggio scorso, a stagione turistica ormai iniziata, il Comune di Sperlonga ha avviato le procedure di gara per l’affidamento del servizio di vigilanza e assistenza dei bagnanti. Peccato però che nel bando pubblicato sul sito ufficiale, il Comune di riferimento non sia Sperlonga ma Monte San Biagio.

Le famosissime spiagge dorate e il mare cristallino del Comune di Monte San Biagio avranno tratto in inganno i solerti funzionari del comune di Sperlonga che hanno pubblicato il bando di gara. Inoltre, leggendo il provvedimento pubblicato, ci chiediamo dove andranno i dipendenti comunali che, sempre da bando, dovranno recarsi presso il cantiere per il sopralluogo.

In questi anni il copia e incolla è diventato uno dei tratti distintivi del Comune di Sperlonga, coerentemente con il programma elettorale presentato da Cusani e scopiazzato da internet. Dopo il bando delle manifestazioni estive copiato da Firenze, il regolamento per il Consiglio comunale dei ragazzi ispirato a quello di Fondi, il recente bando per il funzionario dell’ufficio tecnico annullato e ripubblicato perché nessuno si era preoccupato di eliminare i riferimenti all’Università di Pavia, questa volta il copia e incolla riprende un bando del Comune di Monte San Biagio.

A Sperlonga paghiamo a caro prezzo i danni prodotti da un’Amministrazione comunale che non perde occasione di mostrarsi inadatta e inadeguata. Prima la questione rifiuti, con la revoca del contratto e un affidamento temporaneo per i soli mesi estivi che non offre sufficienti garanzie di efficienza. Poi, la decisione della Giunta Cusani e dei consiglieri di maggioranza di ridurre i contributi a bilancio per le manifestazioni di promozione turistica, portandoli da 33mila euro a soli 15mila euro. Ora, con l’arrivo delle alte temperature e l’avvio della stagione balneare, non solo un paese a prevalente vocazione turistica non ha ancora attivo un servizio di vigilanza e salvataggio, ma il bando per l'affidamento del servizio risulta essere un pessimo copia e incolla. Per questa estate, quindi, cittadini e turisti che vorranno andare al mare in totale sicurezza sono invitati a recarsi nel nuovo comune di Monte Sperlonga.

Ufficio stampa "Sperlonga Cambia"

Contatti

redazione@fondinotizie.net
mob. 393.3919141
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK