Testo unico sul Commercio: per l'Ana Nazionale positivo solo per metà

Tutte le critiche e gli aspetti lodevoli secondo l'analisi dell'Associazione Nazionale Ambulanti

| di Ana - Associazione Nazionale Ambulanti (Nazionale)
| Categoria: Comunicati Stampa
STAMPA

L'Ana Nazionale Interviene sul Testo Unico del Commercio approvato dalla Regione e lo reputa buono a metà. Riportiamo integralmente la nota dell'Associazione Nazionale Ambulanti.

1O BUONI RISULTATI
OTTENUTI DALL'ANA E DALLE ALTRE ASSOCIAZIONI NO BOLKESTEIN nel TESTO UNICO SUL COMMERCIO.

In particolare segnaliamo:

1-  LA DURATA (10 ANNI) E IL  RINNOVO DELLE CONCESSIONI, secondo la normativa vigente, IN ATTESA DI UNA EVENTUALE NUOVA NORMA NAZIONALE(contrasto con articolo 99 espresso sotto)

(Ricordiamo che la normativa ATTUALMENTE vigente è il D. Lgs. n. 114/1998, cosiddetto Decreto Bersani, che ha già GARANTITO NEL 2008 il RINNOVO DI FATTO, TACITO ED AUTOMATICO DELLE CONCESSIONI di tutti gli ambulanti);

Sono state accolte le nostre osservazioni.

2 - IL NUMERO DELLE CONCESSIONI
in un mercato o fiera, che diventano 3 o 5 nei mercati sotto o sopra cento posteggi (o 4 o 6 se si esercita in entrambi i settori merceologici)

Ma questo limite arriva addirittura FINO a 10 CONCESSIONI nei Comuni sopra a 50.000 abitanti intestabili ad un solo soggetto per i posteggi isolati fuori mercato.

Sono stati accolti i nostri emendamenti.

3 - il RICONOSCIMENTO DI TUTTI I MERCATI come una grande risorsa per il Commercio nella Regione Lazio.

Sono state destinate RISORSE ECONOMICHE anche per i mercati settimanali e saltuari e non solo per i mercati rionali e giornalieri, come inizialmente previsto.

Sono stati accolti i nostri emendamenti.

4 - È STATA PIENAMENTE RICONOSCIUTA LA STORICITÀ DEGLI URTISTI e di tutte le ATTIVITÀ SU AREA PUBBLICA CHE ESERCITANO DA ALMENO 50 anni.

È stato accolto un nostro emendamento.

5 - È RICONOSCIUTA LA STORICITÀ DEI MERCATI E DELLE FIERE "DI VALENZA STORICA CHE SI SVOLGONO DA OLTRE 50 ANNI".

È stata accolta LA NOSTRA PROPOSTA.

6 - Gli ambulanti dei mercati settimanali e saltuari POTRANNO COSTITUIRE e GESTIRE "RETI DI IMPRESE" E A.G.S. NEI MERCATI per la loro RIQUALIFICAZIONE accedendo alle risorse della Regione Lazio;

Sono stati accolti i nostri emendamenti

7 - I Comuni NON POTRANNO EFFETTUARE SPOSTAMENTI TEMPORANEI DEI MERCATI, che poi diventavano DEFINITIVI.

Sono stati accolti i nostri emendamenti.

8 - E' stato aumentato DA 30 a 90 GIORNI il tempo per l'invio dei certificati medici in caso di malattia.

Sono stati accolti i nostri emendamenti

9 - Gli assegnatari di posteggi riservati a particolari categorie (portatori di handicap, produttori agricoli ecc.) NON POTRANNO RIVENDERLI O AFFITTARLI A SOGGETTI CHE NON ABBIANO GLI STESSI REQUISITI.

Sono stati accolti i nostri emendamenti.

10 - E' stato deciso che NELLA REGIONE LAZIO NON SI APPLICA IL DURC agli ambulanti.

Restano due grandi criticità: per l'Ana legge contraddittoria e punti da chiarire

L'ANA  SI RISERVA  ANCORA DI CHIARE, E DI FARE ULTERIORI APPROFONDIMENTI ED AZIONI SINDACALI perché

1 - È CONTRADITTORIA la norma  prevista all'articolo 99 comma 5 che riguarda la proroga delle concessioni in essere al 2020 che le farebbe decadere con quanto previsto all'articolo 45 comma 4(come sopra rinnovo decennale)

2 - PURTROPPO LA GRANDE PECCA REGIONALE art.53 dove hanno ricopiato perfettamente il precedente del Comune di Roma che lo stesso Ministro Di Maio bloccò sul nascere che il piano  localizzazioni deve essere terminato entro e non oltre i 180 giorni dalla pubblicazione della nuova legge

 

Ana - Associazione Nazionale Ambulanti (Nazionale)

Contatti

redazione@fondinotizie.net
mob. 393.3919141
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK