Sperlonga Cambia sulle piste ciclabili: "Ancora imposizioni da chi non conosce la città"

| di Ufficio stampa "Sperlonga Cambia"
| Categoria: Comunicati Stampa
STAMPA

Le scelte in tema di viabilità dovrebbero essere orientate a migliorare la mobilità urbana e la qualità di vita dei cittadini. Tutto questo la Giunta Cusani non lo sa e dopo sei anni dalla realizzazione della pista ciclabile che ha di fatto segnato la separazione del centro storico da lungo mare, torna a parlare di pista ciclabile senza una progettazione di ampio respiro e senza coinvolgere la cittadinanza.

Nulla di nuovo sotto il sole. Ancora una volta il sindaco Cusani decide per tutti, senza dialogare con i cittadini e con le varie categorie produttive, e se a qualcuno non sta bene può sempre cambiare paese.

L’attuale tratto di pista ciclabile, con l’annesso senso unico di marcia, ha prodotto più danni che benefici. Il centro storico è ormai una realtà a se stante, separata dal resto del paese, il traffico dei mesi estivi paralizza il lungomare e diversi commercianti, già schiacciati dalla crisi economica degli ultimi anni, hanno calato le serrande.

Il problema è sotto gli occhi di tutti, Giunta Cusani compresa, che per cercare di mettere una pezza a questo disastro aveva promesso la realizzazione di un anello viario che avrebbe dovuto diminuire i disagi per i cittadini. Sono passati anni, ma l’anello viario si è trasformato in un anello immaginario, mentre i disagi sono peggiorati.

La realizzazione di nuovi percorsi ciclabili non può portare benefici concreti se non è accompagnata da un confronto costante con i cittadini, da un piano della mobilità e da un potenziamento del sistema di trasporto pubblico urbano, mediante incentivi che favoriscano l’acquisto e l’utilizzo di biciclette o di altri mezzi non inquinanti.

A Sperlonga il servizio di trasporto pubblico urbano è praticamente inesistente. Le persone che dalla zona di Lago Lungo, di Lago San Puoto, Fontana della Camera o di Punta Cetarola vogliono recarsi in centro o al porto sono costrette a utilizzare l’ automobile. Quanto al confronto con i cittadini c’è poco da dire: a Sperlonga è pura utopia. 

I soliti annunci trionfalistici della maggioranza Cusani servono a poco, se non a dimostrare la distanza che separa chi amministra oggi Sperlonga dalle reali esigenze dei cittadini.

Progettare nuovi percorsi ciclabili senza risolvere i danni prodotti in passato, e senza ascoltare le istanze di chi vive questi disagi quotidianamente, è un grave errore. Un’amministrazione che voglia seriamente migliorare la qualità di vita dei cittadini dovrebbe avere l’umiltà di imparare dagli errori del passato, non l’arroganza di ripeterli.

Ufficio stampa "Sperlonga Cambia"

Contatti

redazione@fondinotizie.net
mob. 393.3919141
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK