Il misterioso ordigno di San Magno

| di Veronica Ghiraldo
| Categoria: Cronaca
STAMPA

Rimane un mistero l’ordigno esploso nella notte scorsa a San Magno. È esploso davanti a delle abitazioni private e, a quanto pare, ne è esploso uno solo dei due che erano stati posizionati.

Un grande boato che ha svegliato parte della popolazione che immediatamente ha pensato al peggio. Quando poi sono scesi in strada hanno visto i due ordigni, uno deflagrato e l’altro no e a quanto pare, la miccia del primo non era stata accesa, proprio per questo il fatto è ancora avvolto nel mistero.

A quanto pare, si tratta di bombe di manifattura artigianale, riempite di materiali utilizzati per i fuochi d’artificio e che dunque sono facilmente reperibili da qualsiasi cittadino, risalire dunque a chi ha progettato gli ordigni sarà molto difficile. Proprio a questo scopo stanno indagando le forze dell’ordine di Fondi, sia i carabinieri che la polizia, al fine di capire chi sia l'attentatore e perché ha deciso di posizionare i due pericolosi ordigni così vicino alle abitazioni.

Al momento non è esclusa nessuna ipotesi, la più probabile rimane quella dell’atto intimidatorio nei confronti di qualcuno che abita nella zona e gli accertamenti si stanno svolgendo anche facendo domande a coloro che vivono a San Magno.

Un fatto non unico nella città di Fondi, la zona di Via Spinete II, non molto tempo fa, ha subito una stessa esplosione e nel giardino di casa del consigliere comunale Bruno Fiore, è stato trovato un ordigno intimidatorio. 

Veronica Ghiraldo

Contatti

redazione@fondinotizie.net
mob. 393.3919141
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK