Propaganda elettorale impossibile: la candidata Paparello scrive al Prefetto

| di La Redazione
| Categoria: Politica
STAMPA

Riportiamo integralmente la lettera che la candidata alla Camera con il simbolo del Pd Maria Civita Paparello ha inviato al Prefetto di Latina chiedendo more nei confronti degli enti preposti. La stessa lettera è stata inviata anche al Comune di Fondi, responsabile secondo l'esponente del Pd dei ritardi. 

 

Egr. Prefetto,

come noto, dal 30° giorno antecedente quello della votazione ogni propaganda elettorale fissa viene interdetta per dar luogo alle affissioni negli appositi spazi deliberati  dai singoli Comuni. Considerata la ristrettezza dei tempi a disposizione non è stato possibile pubblicizzare le candidature negli spazi ordinari.

A tutela dei candidati la norma prevede che contestualmente sia dato luogo alla propaganda elettorale negli appositi spazi ad essa destinati.

A venti giorni dalle votazioni del 4 marzo p.v. non è ancora consentito dar luogo alla pubblicità elettorale, garantita dalla vigente normativa, per i ritardi imputabili agli Organi preposti al sorteggio per l’assegnazione ai Partiti e alle Liste collegate dei posti sulle schede elettorali.

Si chiede ,quindi,  nelle more degli iter amministrativi, di essere autorizzati ad esercitare il diritto di propaganda elettorale negli spazi pubblici per il numero di manifesti consentiti in base del numero degli abitanti.

La Redazione

Contatti

redazione@fondinotizie.net
mob. 393.3919141
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK