Monte San Biagio: aumentare la Tari ai centri di accoglienza, la proposta di Di Cola e Mirabella

Attualmente viene applicata la tariffa per le civili abitazioni quando è evidente che in esse si svolga una attività economica

| di La Redazione
| Categoria: Politica
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Arcangelo Di Cola, assessore alle Attività Produttive, Agricoltura, Commercio, Artigianato e Sviluppo Economico del Comune di Monte San Biagio, ieri ha presentato assieme al consigliere e amico Matteo Mirabella una proposta di modifica delle attuali tariffe Tari applicate alle strutture che ospitano i richiedenti asilo. Secondo quanto riportato nella richiesta presentata ufficialmente durante la Pubblica Assise di ieri (e consultabile in versione integrale nella gallery) attualmente viene applicata la tariffa per le civili abitazioni quando è evidente che in esse si svolga una attività economica ( e questo crea una evidente disparità di trattamento).

Pertanto - fanno sapere Mirabella e Di Cola - abbiamo ritenuto opportuno proporre l’applicazione di tariffe Tari che tengano conto dell’effettivo utilizzo degli spazi e della loro capacità di produrre rifiuti. Ritorneremo sulla questione nel momento in cui approveremo i tributi comunali per il 2019.

La Redazione

Contatti

redazione@fondinotizie.net
mob. 393.3919141
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK