Partecipa a FondiNotizie.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Lo scrittore fondano 36enne Luca D'Onofrio alla terza opera

La Redazione
Condividi su:

Junk Carne Salata, nasce a Tenderloin San Francisco: "durante una vacanza siamo capitati senza saperlo in uno dei quartieri più pericolosi al mondo, la sera stessa del nostro arrivo ci fu un omicidio proprio sotto la nostra finestra. Un regolamento di conti tra bande".

Circa due anni fa Junk rischia di diventare un film. D'Onofrio infatti riceve una proposta concreta dalla Caos Film. Offerta rifiutata a causa del momento che allora risultava sbagliato, ma se si rappresentasse  l'occasione, ora l'autore non rifiuterebbe.

Pubblicato dalla Pav edizioni, casa editrice romana, un opera di 182 pagine nella collana noir: "ringrazio fortissimamente Aurora di Giuseppe e tutto lo staff per aver creduto in me". 

D'Onofrio ci tiene anche a ringraziare Luciana Casale, persona che lo ha seguito e sostenuto in fase di stesura. Insomma chiudiamo con la frase spot di questo libro: "Fermare il tempo, capire cosa si prova ad essere un ultimo fra gli ultimi. Dramma, amore, amicizia e sangue: questo e' Junk!"

SINOSSI

Siamo a San Francisco, più precisamente nel quartiere di Tenderloin uno dei luoghi più pericolosi al mondo. In queste poche miglia quadrate è come se l’intera città rifugiasse tutti i propri peccati, le perversioni, i vizi ed i crimini più efferati, guerre tra gang rapine e spaccio poi chiudono il cerchio su questo grande falò.

Ed è proprio qui che prendono forma le storie di Junk, un uomo di cui non si conosce praticamente nulla e che vive in strada insieme al suo cagnolino Doggy e a Smitty, suo amico. Ci sono poi Carson, un giovane poliziotto con un passato anche lui tutto da delineare, Ramirez, suo collega sempre nei guai, e moltissimi altri. Tra questi Evelin, giovane ristoratrice che vive proprio sopra il suo piccolo locale e che presto incrocerà il suo destino con quello di Carson.

Ma cosa lega tutte queste vite? Qualcosa accaduta tantissimi anni prima, qualcosa di drammatico ed inquietante, tutti i loro fili sono legati a doppio nodo…

Condividi su:

Seguici su Facebook