Franciacorta in Villa il 29 e 30 giugno

| di Paolo De Bonis
| Categoria: Associazioni
STAMPA

Sono stato incuriosito dall'associazione Decant e soprattutto dall'evento che si terrà a Fondi il 29 e 30 Giugno: Franciacorta in Villa, per cui mi munisco degli straordinari strumenti della tecnologia per incontrarli ed avere una chiacchierata con loro e spiegarmi come mai vogliono presentare uno spumante così diverso dagli altri.
Qualche mail, una telefonata e poi, davanti ad una tazza di caffè, incontro Giovanni Magliozzi, presidente dell'associazione Decant.

Io: Chi siete, e da dove nasce questa iniziativa?
GM: Siamo un trio di amici, io, Yuri Simonelli e Roberto Truglio, appassionati al gusto e del saper bere, abbiamo visitato svariate fiere del tema, non ultimo Vinitaly, conoscendo l'ambiente ed appassionandoci sempre di più, finché siamo passati al Festival del Franciacorta e ci siamo innamorati di questo vino straordinario, in più ci ha convinti lo stile di accoglienza che caratterizza tutte le aziende che producono questo vino.

Io: A proposito parlaci di questo spumante.
GM: Il Franciacorta nasce dai vigneti delle colline a sud del lago d'Iseo, in provincia di Brescia.
La sua particolarità sta nella rifermentazione in bottiglia , è composto da uve Chardonnay ,Pinot nero e Pinot Bianco, ma soprattutto ha la tipicità del territorio dove nascono i vigneti.
La particolare rifermentazione e vinificazione comporta tempi di produzione lunghi e variati che daranno le varie tipologie del Franciacorta: Non Dosato, ExtraBrut, Brut, Saten, Rosè, Millesimati, Riserva, che può essere introdotto alla vendita solo dopo 67 mesi dalla vendemmia.

Io: Un lavoro lungo.
GM: Ma soprattutto di qualità, come abbiamo voluto noi impostare questo evento, non ha caso abbiamo il patrocinio del Consorzio Franciacorta, riconoscimento del grande lavoro di qualità svolto.

Io: Abbiamo solo vini? Oppure potremo assaggiare qualcos'altro?
GM: Naturalmente, abbiamo coinvolto nel nostro progetto i ristoranti La Concordia, I 5 Sensi, L'ambrifano  e Riso Amaro, che hanno garantito un'esperienza di sapori unica, che unirà tutti i sensi in un'armonia unica, inoltre sarà presente un angolo salumi Fornito dalla Bottega della Carne di Sergio di Vito, l'area formaggi fornita dal caseificio Paolella, e naturalmente il punto dolce offertoci dalla pasticceria Ciaravolo, oltre ai piccoli gioielli di  pane  che porterà il panificio Notarberardino.
Da ricordare che tutti i piatti sono conditi dall'olio fornito dalla Azienda Agricola La Tenuta dei Ricordi  che ha già vinto svariati premi nelle scorse edizioni dello Slow Food.
L'idea è di offrire un ambiente elegante, un percorso di degustazione perfetta, non mancherà la musica di alto livello con gli Swing Thing.

Io: Tutto pronto, quindi.
GM: Sì tutto a posto, un particolare grazie a Del Prete srl, che ci ha dato un notevole aiuto, un saluto e buon Franciacorta in Villa a TUTTI.

Paolo De Bonis

Contatti

redazione@fondinotizie.net
mob. 393.3919141
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK