Partecipa a FondiNotizie.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Nelle imminenti elezioni Regionali il Partito Democratico locale supporta Alessio D'Amato

Condividi su:

In campo un’ottima squadra, per rappresentare al meglio il territorio. Per continuare i 10 anni di buon governo del centrosinistra. Per non tornare indietro alle amministrazioni di destra che hanno indebitato e distrutto la regione Lazio.

Presentata la lista dei candidati al Consiglio Regionale a supporto di Alessio D'Amato: una squadra giovane che rappresenta il nuovo corso dei democratici e della federazione di Latina.
Un gruppo che possa continuare il lavoro fatto negli ultimi 10 anni dal centrosinistra, dopo aver ereditato una ragione distrutta e indebitata a causa del governo di centrodestra.

Oggi la nostra Regione è leader nella capacità di intercettazione e spesa dei fondi europei. Basterebbe già questo a rendere l'idea della serietà del lavoro svolto in questi anni. Tra i numerosi investimenti ci sono quelli nei settori produttivi, nella cultura, nella formazione e nei trasporti, con risultati eccellenti.

Chiederemo un voto per continuare a migliorare la nostra Regione e per evitare il ritorno al potere di quella che consideriamo una delle peggiori classi dirigenti della destra. È utile ricordare le ultime esperienze che li hanno visti alla guida della Regione Lazio: Storace, con Claudio Fazzone Presidente del Consiglio Regionale, produsse 10 miliardi di euro di debito sanitario determinando lo sfascio dei conti pubblici ed il blocco delle assunzioni e degli investimenti.

Successivamente, l’esperienza della Polverini terminò traumaticamente (per i cittadini) con le dimissioni anticipate a causa dello scandalo nella gestione di fondi pubblici.

Passano gli anni ma il centrodestra di oggi, dopo aver goduto del favore dei consensi a Giorgia Meloni lo scorso settembre, conferma la storica abilità di disattendere le promesse elettorali. Già in poche settimane si sono rimangiati le promesse di eliminazione delle accise sui carburanti e delle commissioni sui pagamenti elettronici. Pensate nel tempo.

Una destra sempre più estrema, con i moderati ridotti al rango di subalterni spettatori, nulla ha di "sociale". Abili a fare propaganda, come nella prova di forza interna alla loro coalizione al Palazzetto dello sport di Fondi, con interessi "a orologeria" come l'attenzione posta al nostro Ospedale o le critiche alla gestione della sanità (dimenticando che fino allo scorso anno il Presidente proprio della commissione Sanità era Pino Simeone di Forza Italia).

Noi vogliamo essere all’altezza dell’aspettativa dei cittadini del Lazio e mettiamo in campo la nostra classe dirigente migliore, a partire da Alessio D’Amato. Alessio è un uomo delle istituzioni, preparato, infaticabile. Su tutto ci piace ricordare, perché rappresenta appieno l’uomo ed il politico che conosciamo, quando il 2 giungo 2021 ha ricevuto l’Onoreficenza al merito della Repubblica per la lotta al Covid. La durissima e stressante prova di governo dentro la tragedia sanitaria ed economica della pandemia, in un Paese che non era affatto pronto a farvi fronte, è stata vinta.

Crediamo che ciò rappresenti bene la cifra della nostra azione di governo: un agire nell’interesse generale con lo sguardo sempre rivolto a chi ha più bisogno e privo di cinismo e di calcoli elettorali. Un esempio italiano.

Questo siamo e questo vogliamo continuare ad essere per tutte e tutti, con i nostri candidati, che rappresentano al meglio il territorio e sono pronti, loro davvero, a servire i cittadini del Lazio.

Condividi su:

Seguici su Facebook