Questa sera la consegna del Dolly d'Oro a Ciro d'Emilio

Seguita dalla proiezione del film d’esordio “Un giorno all’improvviso” (2018), che ritrae il preludio alla vita adulta di un 16enne attraverso la perdita della figura materna come bussola essenziale e forza di gravità

| di Associazione Giuseppe De Santis
| Categoria: Comunicati Stampa
STAMPA

La XVIII edizione del FONDIfilmFESTIVAL 2019 giunge alla giornata conclusiva, che si prospetta come sempre ricca di appuntamenti e proiezioni.

La programmazione di Domenica 22 Settembre si aprirà infatti alle ore 18.00 con la presentazione - nella sezione “Cinema &/è Scuola” - del progetto “Dreams” e la proiezione del cortometraggio “Tradimenti e magie” (2018) del giovane regista Raffaele Schettino, direttore tecnico e organizzativo del progetto promosso dal Miur-Mibac.

In “Paesaggio Audiovisivo Pontino”, alle ore 18.30 la presentazione a cura del regista Simone Godano e del Sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano della proiezione del recente film di Godano “Croce e delizia” (2019) - incentrato sulle difficoltà del “coming out” e sulle ipocrisie e le fratture dei nuclei familiari e capace di percorrere le strade della satira e del dramma con abilità e sensibilità emotiva - consentirà di riflettere sulle opportunità offerte dal cineturismo, ovvero quella tipologia di turismo legata all’uscita di film o fiction ambientate in determinati luoghi: un importante veicolo di promozione con ricadute economiche dirette e indirette sui territori. Scenario della pellicola è Gaeta, in questi ultimi anni set cinematografico di numerosi film e serie TV: da “Questi giorni” di Piccioni a “Capri-Revolution” di Martone, da “L’amica geniale” di Costanzo agli imminenti “The New Pope” di Sorrentino e “Bloodmoon” - spin-off del “Trono di spade”.

La serata si concluderà alle 21.00 con la cerimonia di premiazione del “Dolly d’Oro Giuseppe De Santis 2019” attribuito al regista Ciro D’Emilio, seguita dalla proiezione del suo film d’esordio “Un giorno all’improvviso” (2018), che ritrae il preludio alla vita adulta di un sedicenne attraverso la perdita della figura materna come bussola essenziale e forza di gravità. Dal momento della sua presentazione alla Mostra del Cinema di Venezia dello scorso anno, il film ha conquistato una trentina di premi - tra cui il Nastro d’Argento come migliore attrice ad Anna Foglietta - e ha partecipato ad oltre 60 festival nazionali e internazionali.

Associazione Giuseppe De Santis

Contatti

redazione@fondinotizie.net
mob. 393.3919141
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK