Covid-19, la rete sanitaria del Lazio reggerà ma urge coprire le falle territoriali

L'analisi del capogruppo di Forza Italia al Consiglio regionale del Lazio e presidente della commissione Sanità Giuseppe Simeone

| di Giuseppe Simeone, consigliere regionale Forza Italia
| Categoria: Comunicati Stampa
STAMPA


Il Lazio può reggere l’urto ma bisogna coprire le falle nel territorio

Secondo quanto riferito in una nota da Giuseppe Simeone, capogruppo di Forza Italia al Consiglio regionale del Lazio e presidente della commissione Sanità, politiche sociali, integrazione sociosanitaria e welfare, ieri sono arrivate rassicurazioni importanti.

Per fronteggiare l'epidemia Covid-19 - fa sapere - vengono messi in campo oltre 1.000 posti letto tra ordinari, malattie infettive, terapie intensive dedicate e R1 (Cure Residenziali Intensive). Saranno effettuati i primi 10 trasferimenti da terapie intensive in R1. Lunedi' partirà anche il Covid19 2 Hospital Gemelli-Columbus.
Nel  Lazio   è in arrivo l'ondata endemica di coronavirus e i numeri dei prossimi 10-15 giorni, stando al parere di autorevole esponenti del mondo medico-scientifico, potrebbero essere decisivi.
Mi auguro che si riveli efficiente la rete di laboratori istituita per la diagnosi rapida e per l'immediato contenimento e isolamento dei casi positivi.
Auspichiamo un rafforzamento del sistema di screening, così come l’adeguamento della rete di assistenza. In questo momento le forze messe in campo sembrano pronte a rispondere alle esigenze a livello strutturale, ma c’è la necessità di dare un sostegno ai presidi periferici, alle prese con problematiche di vario tipo, dal personale carente ai letti insufficienti, senza dimenticare i dispositivi di protezione individuale. A tal proposito confidiamo che la Protezione Civile possa fornire alla Regione Lazio i quantitativi necessari di mascherine, tute, occhiali di protezione e guanti. È in atto una corsa contro il tempo a livello globale per acquisire questo materiale. Il presidente Leodori ha dato garanzie sull’arrivo di queste importanti forniture entro le prossime 48 ore.
Da diversi giorni è iniziata l’emergenza sangue per il calo di donazioni scaturito dall’epidemia del Coronavirus. Il Lazio sta rimanendo senza. Rivolgo un appello a donare il sangue per salvare vite umane. Io lunedì mi recherò al Dono Svizzero di Formia. Mai come in questo momento ognuno deve dare il proprio contributo per il bene del nostro Paese e della nostra regione”.
 

Giuseppe Simeone, consigliere regionale Forza Italia

Contatti

redazione@fondinotizie.net
mob. 393.3919141
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK