Le difficoltà e le speranze degli operatori turistici di Sperlonga sui media internazionali

Il Borgo al centro dell’interesse della più grande agenzia di stampa internazionale, l’Associated Press, e del prestigioso Washington Post

| di Tony Manzi
| Categoria: Comunicati Stampa
STAMPA

Le immagini delle spiagge vuote, degli stabilimenti in ristrutturazione, degli hotel chiusi e delle piazze deserte. A mettere in risalto le difficoltà degli operatori turistici italiani nell’anno del lockdown mondiale a causa de Corona Virus Covid-19 sono stati i media americani. In particolare nei giorni scorsi Sperlonga è stata al centro di servizi ed articoli giornalistici che hanno fatto il giro del mondo, anche grazie a immagini e interviste realizzate da una delle più grandi e prestigiose agenzie di stampa mondiali, l’Associated Press.

Gli inviati dell’AP hanno parlato con il sindaco del Borgo Armando Cusani, in una parte del paese inusualmente deserta e che in questi giorni invece storicamente iniziava a popolarsi di turisti e vacanzieri, soprattutto stranieri. I giornalisti hanno poi intervistato il presidente di Sperlonga Turismo, Leone La Rocca e il vice presidente Daniele Faiola.

“Ai giornalisti americani abbiamo fatto presente quanto questo virus abbia penalizzato il settore del turismo balneare in Italia – ha detto il presidente di Sperlonga Turismo, Leone La Rocca - ma anche come questo Borgo abbia subìto il danno pur non avendo registrato la diffusione della malattia in città, come accaduto in molte realtà piccole di tutto il paese”.

Nei giorni successivi all’intervista, gli operatori di Sperlonga Turismo e del Borgo avevano realizzato un video, diffuso sul canale Youtube e sulle pagine social, per sottolineare il lavoro e la dedizione di tutti e lanciare un messaggio positivo, con l’hashtag “#spelonganonsiarrende”.

 

Il servizio dell’AP ed il video promosso in rete (che ha registrato oltre 12 mila visualizzazioni in poco più di 2 settimane) ha generato quindi un effetto a catena, ed ecco che di Sperlonga parla oggi anche il Washington Post, sottolineando l’incertezza per le procedure che tardano ad arrivare per organizzare la riapertura del settore in totale sicurezza. L’articolo è anche disponibile on line, al link: https://www.washingtonpost.com/health/ap-photos-italian-resort-wonders-when-it-will-see-visitors/2020/05/06/dfe401a0-8f64-11ea-9322-a29e75effc93_story.html

 

Tony Manzi

Contatti

redazione@fondinotizie.net
mob. 393.3919141
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK