L'appello di Fenimprese: "No alle chiusure di parrucchieri e centri estetici, potrebbero alimentare l'abusivismo"

Nuova nota del numero uno dell'associazione di categoria in provincia di Latina Antonio Giordano

| di Fenimprese Latina
| Categoria: Comunicati Stampa
STAMPA
Antonio Giordano

"Occorre assolutamente evitare una nuova chiusura per parrucchieri e centri estetici. Nuove restrizioni rischiano di compromettere le imprese e acuire ancora di più il fenomeno dell'abusivismo".

L'appello arriva da Antonio Giordano, presidente Fenimprese Latina.

"Ricordo - aggiunge - che proprio l'abusivismo è un fenomeno in continua espansione, nei settori del servizio alla persona. Il dilagare del fenomeno mette a repentaglio la salute dei cittadini e la tenuta degli operatori che rispettano le regole, tanto più in questa fase di emergenza sanitaria nell’assicurare l’osservanza dei protocolli. Dobbiamo evitare una seconda chiusura delle imprese del settore che dimostrano, quotidianamente, di operare con il massimo rispetto e rigore delle norme e dei protocolli di sicurezza. 
Centri estetici, così come parrucchieri e acconciatori, dimostrano di essere in grado di lavorare in totale sicurezza perché consentono l’accesso ad un numero ridotto di clienti per volta. Ciò non accade invece per chi svolge un lavoro casalingo, recandosi presso le abitazioni a svolgere servizi e trattamenti alla persona. Tutto questo deve far riflettere. Chi svolge un lavoro abusivo, evadendo tasse, non solo arreca un danno alle attività ma è molto più a rischio covid rispetto a chi svolge il proprio lavoro, rispettando le misure di sicurezza anti covid. Invito, quindi, tutti a tutelare e a tutelarci, soprattutto in questa situazione di rischio per la propria salute".

Fenimprese Latina

Contatti

redazione@fondinotizie.net
mob. 393.3919141
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK