Partecipa a FondiNotizie.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Sabato 28 maggio conferenza: Cento anni fa la sorprendente scoperta della tomba del faraone Tutankhamon

Per l’occasione si parlerà anche del Tempio di Iside. La conferenza sarà tenuta dall’egittologa Stefania Sofra, alle ore 10,30 nella sala grande del Palazzo Caetani

Condividi su:

 1922-2022: quest'anno si celebra il centenario della scoperta della tomba del faraone Tutankhamon, avvenuta grazie alla tenacia dell’archeologo inglese Howard Carter, e al suo finanziatore Lord Carnavon.

L'unica tomba ritrovata intatta con uno splendido tesoro che ha reso Tutankhamon il faraone più celebre della storia egizia. E leggendaria è la maledizione associata a questa scoperta. Analizzeremo la breve vita di Tutankhamon, salito al trono all'età di 9 anni e morto prematuramente dopo soli 10 anni di regno, con un'indagine accurata sulla reale causa della sua morte grazie ai risultati della TAC eseguita sulla sua mummia che ha rivelato inaspettati retroscena, dando nuova forma a una delle figure più affascinanti dell'umanità”.

E a cento anni dalla sorprendente scoperta della tomba del faraone Tutankhamon, l’Ente Parco Naturale Regionale Monti Ausoni e Lago di Fondi ospita una celebre esperta egittologa, Stefania Sofra, che terrà una conferenza sabato 28 maggio 2022 alle ore 10,30 nella sala grande del Palazzo Caetani a Fondi LT.

L’occasione della presenza a Fondi della studiosa offrirà spunti di riflessione sui resti archeologici del Tempio di Iside a Villa Placitelli a Montevago di Fondi. Il sito è di proprietà della Regione Lazio ed è gestito dall’Ente Parco Monti Ausoni.

L’iniziativa promossa dell’Ente Parco Naturale Regionale Monti Ausoni e Lago di Fondi, - afferma il direttore Lucio De Filippis - si svolge a pochi giorni dall’annuncio fatto dal Ministro della Cultura Dario Franceschini, richiedendo l’inserimento dell’intero tracciato della Via Appia antica patrimonio Unesco dell'Umanità. E diversi sono i monumenti e le presenze archeologiche nel territorio del Parco Ausoni, tra queste il Tempio di Iside. Riteniamo sia importante e fondamentale conservare, tutelare e promuovere anche i resti archeologici.

Condividi su:

Seguici su Facebook