Partecipa a FondiNotizie.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Ladre sorprese a rubare a casa di un'anziana

Due donne fuggono con un complice, una terza ragazza viene fermata e denunciata

La Redazione
Condividi su:

È stato il salvavita Beghelli a far precipitare i familiari di un’anziana, residente a due passi dalla piazza e dalla chiesa di San Francesco a Fondi, a vedere cosa stesse succedendo. Il primo ad arrivare è stato un nipote, che lavora nelle immediate vicinanze, ma non appena entrato nell’androne del palazzo si è trovato faccia a faccia con delle donne dell’est. Mentre l’uomo cercava di sbrigarsi il più possibile per vedere cosa stesse accadendo la piano di sopra, una sconosciuta all’interno del pianerottolo cercava di fargli perdere tempo con continue domande e richieste di informazioni. Proprio mentre il familiare preoccupato è riuscito a  liberarsi dalla donna, ecco spuntarne altre due. In quel momento tutto è diventato chiaro: erano ladre.

Scene di caos all’interno del palazzo che hanno immediatamente attirato l’attenzione dei numerosi presenti. Il tempestivo intervento di una pattuglia degli agenti della Municipale e la pronta reazione dell’uomo hanno consentito di fermare una delle ladre, una 20enne di nazionalità rumena con una sfilza di precedenti per furto, ma le altre due sono riuscite a fuggire a bordo di una Renault Megane. La ragazza fermata è stata denunciata mentre sono in corso ulteriori accertamenti per identificare le altre due donne e il complice al volante dell'auto.

Secondo la ricostruzione degli agenti coordinati dal comandante Giuseppe Acquaro, che si sono avvalsi della collaborazione dei colleghi della polizia del commissariato di Largo Evangelista, le tre ladre avrebbero attivato il salvavita Beghelli mentre erano intente a frugare all’interno di una borsa a caccia di soldi e gioielli. La vettura a bordo della quale è fuggito il gruppo non risulta rubata bensì appartenente ad una persona di Roma. Per questo motivo le indagini si sono spostate nella Capitale. Non è escluso che nelle prossime ore possano scattare altre denunce.  

Condividi su:

Seguici su Facebook