Partecipa a FondiNotizie.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Giuseppe Marandola muore due giorni dopo l'incidente col maxi scooter

Gravi responsabilità dei conducenti delle altre vetture, uno è risultato positivo al drug test

La Redazione
Condividi su:

È deceduto dopo due giorni di agonia presso l’ospedale Santa Maria Goretti di Latina Giuseppe Marandola, l’uomo rimasto coinvolto in un terribile incidente martedì pomeriggio sulla provinciale per Sant’Anastasia, nel comune di Fondi. L’impatto, violentissimo, ha causato ferite molto gravi al 57enne, subito trasportato prima al Fiorini e poi presso il nosocomio del capoluogo.

I medici non hanno mai sciolto la prognosi e, anzi, nelle ultime ore avevano chiesto alla famiglia Marandola di lanciare un appello per reperire nel più breve tempo possibile del sangue che, in questi giorni, scarseggia in tutti gli ospedali pontini. Nonostante la solidarietà di molti l’uomo non ce l’ha fatta e ieri pomeriggio è spirato.

Giuseppe Marandola era un noto fisioterapista dell’Icot di Latina ma praticava la stessa attività anche in privato nel comune di Pontinia.

Secondo quanto rilevato dai carabinieri, i conducenti delle altre due vetture coinvolte nell’incidente, un 28emme e un 49enne, hanno responsabilità rilevanti rispetto a quanto accaduto. Entrambi sono infatti stati denunciati per lesioni persoali mentre il 28enne è stato denunciato anche per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.

Condividi su:

Seguici su Facebook