Quelle tribune che non smettono di preoccupare

| di Veronica Ghiraldo
| Categoria: Sport
STAMPA

Lo stadio di Fondi è sempre più affollato di persone. Tifosi che giungono allo stadio per tifare la squadra della loro città. Una cosa che dovrebbe essere normale, il problema è il posto a sedere dei tifosi.

Quando è stato costruito lo stadio erano state progettate delle tribune che dovevano essere i posti a sedere della tifoseria. Purtroppo, per uno sbaglio dei costruttori e di chi ha disegnato lo stadio, quelle tribune non sono state costruite a norma.

La struttura portante è stata costruita ci si è accorti che non finiva proprio nei confini dello stadio ma, a dispetto di tutte le regole e le leggi porge addirittura sulla strada. Ovviamente, al momento della costruzione i lavori si sono bloccati immediatamente e il tutto doveva essere risolto nel più breve tempo possibile.

Purtroppo, però, come spesso accade, le situazioni non vengono risolte immediatamente. Infatti, da quando lo stadio della città di Fondi è stato costruito e le tribune sono state sbagliate, sono rimaste esattamente come erano. Sporgono ancora oggi sulla strada e rappresentano un enorme spreco di denaro da parte del comune.

Oltre a questo però sono il simbolo anche di un vero e proprio pericolo. Un pericolo perché, se mai dovessero crollare provocherebbero non pochi danni, non solo alle numerose macchine per quella strada transitano sempre durante la giornata ma anche per i palazzi che sono lì nelle vicinanze. Per non parlare del fatto che se dovesse succedere in una giornata in cui lo stadio ospita una partita sarebbe veramente un grave danno.

Di solito, come giusto che sia, i problemi andrebbero risolti prima di un’eventuale tragedia e, in questo caso, fortunatamente, non è successa quindi, magari, basterebbe prendere qualche provvedimento quando si è ancora in tempo.

Veronica Ghiraldo

Contatti

redazione@fondinotizie.net
mob. 393.3919141
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK