Migranti, il punto di vista dell'assistente sociale del Comune di Fondi Giuseppe Antonio Marcucci

Gravi rischi anche per la nostra città

| di Antonio Marcucci, assistente sociale comune di Fondi
| Categoria: Comunicati Stampa
STAMPA

Migranti forzati  alla fuga, da conflitti e persecuzioni in mano a gente senza scrupoli, che sfrutta stranieri, bambini e bambine.

Due volte indifesi, perché stranieri e perché inermi. Migranti vulnerabili e senza voce, a cui si chiede di sradicare alla radice, cioè agendo nei paesi d’origine, le cause del fenomeno migratorio che ormai ha assunto le dimensioni di drammatica questione mondiale. Bisogna spezzare la rete di quelle Associazioni e  Cooperative  che fanno fortuna su di loro e trovare il modo di intervenire con maggiore rigore ad efficacia nei confronti degli “ approfittatori” .

 La corsa sfrenata di alcune Associazioni e Cooperative verso guadagni rapidi e facili, comporta lo sviluppo di  aberranti piaghe di sfruttamento di cui sono vittime i migranti. Invisibili   e senza voce che finiscono facilmente nei livelli più bassi del degrado umano, dove illegalità e violenza bruciano in una fiammata il futuro.  

Pertanto è necessario che gli immigrati collaborino con le comunità che li accolgono in maniera più efficace ed incisiva, non solo scambiando informazioni, ma anche intensificando reti capaci di assicurare interventi tempestivi e capillari. Basta con le improvvisazioni, come è successo a Gorino, una frazione nel Comune di Goro, in provincia di Ferrara; ora potere ai sindaci non ai prefetti.

Noi abbiamo bisogno di un sistema diverso di accoglienza, con percorsi organizzati, che permettono ai Sindaci cui va la responsabilità principale in materia, di sapere dove, come e quando governare l’arrivo dei profughi.

A far paura alla gente sono i ghetti e le concentrazioni eccessive, oltre all’incertezza sul numero d’arrivo. Eppure basterebbero dieci minuti per farsi raccontare la loro storia di dolore, di guerra, di fame e perché era fuggito dalla sua Patria. Detto questo il rischio di nuovi piccoli focolai non può essere escluso a Fondi.

Antonio Marcucci, assistente sociale comune di Fondi

Contatti

redazione@fondinotizie.net
mob. 393.3919141
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK