Partecipa a FondiNotizie.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Monte San Biagio: Un Black Out a causa del maltempo crea disagi

La Redazione
Condividi su:

Efficienza energetica sotto la lente d'ingrandimento del gruppo del candidato sindaco Giovanni Pascale . Maltempo ancora causa di disagi a Monte San Biagio. Tempeste di vento e pioggia incessanti come quelle dell'altra notte non si vedevano da tempo; con il loro arrivo, puntualmente, è saltata anche la corrente elettrica nelle case, e, in alcune zone, per più di dodici ore. Quando simili perturbazioni raggiungono la nostra zona si contano danni un pò ovunque.

Pericoli sulle strade, frane ma anche black-out tanto improvvisi quanto duraturi, forse troppo prolungati nel tempo. Dopo altri episodi, legati però al fenomeno incendi boschivi, ecco nuovamente andar via l'elettricità in buona parte del paese.

L' area più duramente colpita è stata Via Madonna Della Ripa, lunga interruzione del flusso di corrente elettrica, nessun intervento immediato; la corrente è tornata solo dopo 13 ore. Zona recidiva, in quanto la stessa è già stata colpita da questo “malanno” altre volte. Una notte d'inferno, dunque, con abitanti della zona colpita che per ore non hanno potuto vivere, privi di qualsiasi assistenza e con un servizio ripristinato dopo ore e ore di buio. L'Enel non risponde alle telefonate di emergenza, nessuna possibilità di chiedere aiuto in quella zona. Il problema più grande è che tale fenomeno sembra caratterizzare solamente quella zona di via Madonna Della Ripa. Al minimo guasto è sempre questa, infatti, l'area più penalizzata.

Per il resto tutte la case avevano le luci accese. L'indomani mattina, placatasi la furia della pioggia, è tutto un surreale scenario di silenzio, un po’ mistico; e nel lasso di tempo della quiete dopo la tempesta, tutti si interrogano sul perché di simili disservizi, nel 2013, in quella specifica area e , in minima parte, anche in altre. Ai cari concittadini monticellani, può essere data questa risposta che spiega tutto in maniera piuttosto semplice; siccome la zona in questione ( così come anche altre, in minima parte) sono ancora equipaggiate di cavi della luce sospesi per aria, pericolosi ed antiquati rispetto al resto della rete, che per larghi tratti, ma non del tutto, è costituita da elettrodotti.

Il gruppo del candidato sindaco Giovanni Pascale si espone anche sotto questo punto di vista, sollecitando l’ amministrazione comunale: “ cosa si aspetta a far intervenire gli organi competenti a rimediare a tale scempio? Che, aldilà del mero aspetto estetico, cosa da non sottovalutare in un paese che vede il turismo come lume per l’ economia del futuro, ferisce l’ usabilità del servizio elettrico stesso?”. Si resta in attesa, si spera nel minor tempo possibile, di una verifica di eventuali danni provocati all' illuminazione pubblica e finalmente di un’ analisi di fattibilità insieme ai fornitori del servizio elettrico, per l’ interramento dei cavi. Continua il candidato sindaco Pascale: “ Al giorno d’ oggi, aldilà del fatto che ci siamo trovati dinanzi a temporali di grossa caratura, non è concepibile che i cittadini debbano essere preoccupati anche da una semplice pioggia estiva; così come non è ammesso, e non ci può essere indifferente che sempre più frequenti sono le circostanze di carenza d’ acqua nel storico del nostro paese, invitiamo l’ amministrazione comunale non a una semplice replica, ma ad una risposta concreta.”

Condividi su:

Seguici su Facebook