Bazzano, "Sperlonga Cambia": "Subito un’ordinanza per garantire a tutti l’accesso al mare"

| di Ufficio stampa "Sperlonga Cambia"
| Categoria: Comunicati Stampa
STAMPA

La situazione a Bazzano è diventata insostenibile e richiede un intervento tempestivo. Il sindaco Cusani non può perdere altro tempo: deve assumersi le proprie responsabilità e firmare un’ordinanza urgente per garantire una strada di accesso pubblica, libera e sicura per chi vuole raggiungere uno dei tratti più belli e rinomati del nostro litorale.

In località Bazzano sono presenti sia tratti di spiaggia libera che stabilimenti balneari, tra i più frequentati del nostro paese. Non è accettabile che dopo vent’anni di problemi, contenziosi e ritardi da parte dell’amministrazione, non si sia riusciti a garantire la piena e libera fruizione di questo splendido tratto di arenile.

 É assurdo dover vedere ancora bagnanti costretti a le attraversare a piedi la galleria sulla flacca e file di macchine parcheggiate ai lati della carreggiata, a scapito della sicurezza di pedoni e automobilisti. Il caso Bazzano torna ormai ciclicamente alla ribalta della cronaca, soprattutto a causa dell’incapacità dell’amministrazione comunale di trovare una soluzione in grado di contemperare il diritto dei cittadini di accedere al mare in libertà e sicurezza con gli interessi degli stabilimenti balneari e dei privati.

È di pochi giorni fa la notizia di un episodio di grave tensione che si è registrato tra i proprietari di un terreno e alcuni titolari di stabilimenti balneari presenti in zona. La situazione è degenerata al punto che sono dovute intervenire le forze dell’ordine e persino lo stesso sindaco Cusani.

Una cattiva gestione della cosa pubblica, soprattutto su questioni che si trascinano nel tempo, rischia di sfociare in problemi di ben altra natura. In Consiglio comunale, lo stesso Cusani e la sua maggioranza non hanno voluto votare la mozione sulla situazione di Bazzano presentata dal nostro gruppo consiliare.

Come abbiamo spiegato al primo cittadino in aula, non ci interessa rivendicare la paternità o il merito di una battaglia politica. Quello che ci interessa è che venga adottata rapidamente una soluzione che possa tutelare e contemperare i vari interessi in gioco, quantomeno in vista della stagione turistica appena iniziata.

L’unica soluzione possibile è l’adozione di un’ordinanza contingibile e urgente che abbia come obiettivo quello di garantire la piena fruizione dell’arenile di Bazzano, con un accesso che consenta a chiunque di accedere liberamente al mare, come previsto anche dal regolamento regionale.

La soluzione c’è ed è praticabile. Il sindaco Cusani ha il dovere di intervenire con prontezza per evitare che una situazione già al limite possa peggiorare ulteriormente.

Ufficio stampa "Sperlonga Cambia"

Contatti

redazione@fondinotizie.net
mob. 393.3919141
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK