Monte San Biagio: posticipata al 28 settembre l'apertura dei plessi scolastici

| di Monte San Biagio Futura
| Categoria: Comunicati Stampa
STAMPA

Con ordinanza di oggi 21 settembre 2020, il Sindaco Federico Carnevale ha ulteriormente posticipato al 28 settembre la riapertura dei plessi scolastici, già posticipata al 24 settembre con precedente ordinanza.

Il nuovo provvedimento, oltre che sulle esigenze connesse alla realizzazione delle misure precauzionali anti Covid-19,e quelle legate alla sanificazione del sito dopo le consultazioni referendarie, è motivato sul fatto che “presso i plessi scolastici sono ancora in corso lavori edili necessari alla messa in sicurezza all’apertura delle scuole nell’anno scolastico, sospesi per garantire il regolare svolgimento delle Consultazioni Referendarie”.

In realtà, già da qualche tempo era ben chiaro che l’esecuzione di tali lavori avrebbe comportato ritardi che avrebbero reso poco fattibile la puntuale ripresa delle attività didattiche, indipendentemente dalle esigenze di profilassi da Covid-19.

Del resto, la questione era stata evidenziata proprio dalla Dirigente Scolastica dell’Istituto Comprensivo Giovanni XXIII, che, con una nota scritta riportata nella precedente ordinanza del 7 settembre, aveva rilevato come “permangono problemi legati allo spazio con lavori ancora in corso, alla consegna di arredi…”. Tanto è vero che lo stesso Sindaco Carnevale già nel corso dell’ultima seduta del Consiglio Comunale del 16 settembre, accennava ad un possibile ulteriore posticipo della riapertura.

I timori manifestati dalla consigliera di MSB Futura purtroppo, si sono rivelati tutt’altro che infondati. Casale, infatti, in occasione della interpellanza presentata all’adunanza consigliare del 16 settembre, manifestava la fondata preoccupazione che i ritardi nell’esecuzione di lavori determinassero l’ ulteriore slittamento nella ripresa delle attività scolastiche. La consigliera di MSB Futura evidenziava, infatti, che  i lavori di efficientamento energetico nel plesso “Mario Lodi” erano iniziati solo il 7 settembre; che quelli presso il cortile dell’ingresso principale della Sede Centrale erano in evidente ritardo, insieme alla consegna della nuova ala scolastica , nonché al trasloco degli arredi.

Insomma, è ormai evidente che tale ulteriore posticipo della ripresa dell’attività scolastica deve  addebitarsi in gran parte ai ritardi nell’esecuzione dei lavori e all’arrivo e posizionamento  dei banchi monoposti, costretti a rimandare indietro perché non a norma e non certo da addebitare a responsabilità ministeriali. 

Non resta che auspicare che da qui al 28 settembre le criticità denunciate vengano definitivamente risolte, così da non determinare ulteriori ritardi nelle aperture delle scuole locali ed avviarsi, finalmente, alla serena ripresa dell’anno scolastico.

I Consiglieri Guglielmo Raso, Ermanna Casale e Gianpiero Trani.

Monte San Biagio Futura

Contatti

redazione@fondinotizie.net
mob. 393.3919141
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK