Interrogazione al ministro di Fazzone per scongiurare la chiusura della sede distaccata della commissione tributaria del Lazio

| di Forza Italia Lazio
| Categoria: Comunicati Stampa
STAMPA

“La provincia di Latina non può perdere un servizio fondamentale come quello che la sede distaccata della commissione tributaria regionale del Lazio rappresenta. La nostra provincia è stata già oggetto negli anni del taglio di alcuni presidi fondamentali nel campo della giustizia, con il relativo allontanamento di servizi dai cittadini, a seguito della chiusura di alcune sedi distaccate dei tribunali, e la soppressione della sezione imprese presso i tribunali differenti dalla sede di Corte di Appello".

Lo dichiara in una nota il coordinatore regionale di Forza Italia Lazio, Sen. Claudio Fazzone

"Questa situazione - prosegue la nota - secondo innestata su incomprensibili tagli lineari, ha comportato un aumento generalizzato dei costi della giustizia che pesa sulle nostre comunità. Oggi siamo venuti a conoscenza della decisione di congelare prima la sezione 18 e poi la sezione 19 fino al 31 luglio 2021 della sede della commissione tributaria a causa della carenza di giudici. Per questa ragione, raccogliendo l’appello rivolto alle istituzioni dell’Ordine dei l’Ordine dei Commercialisti ed Esperti contabili di Latina ho presentato un’interrogazione urgente al Presidente del Consiglio, Mario Draghi, e al ministro della Giustizia, Marta Cartabia, per conoscere quali azioni urgenti si intendano mettere in atto al fine di scongiurare la chiusura della sede distaccata di Latina e procedere al suo potenziamento anche attraverso l’attivazione di una ricerca di giudici tributari nazionali da destinare agli uffici del territorio pontino assicurando quindi il  mantenimento di servizi e presidi di giustizia e legalità vicini ai cittadini. La decisione di sopprimere la sezione distaccata di Latina della commissione tributaria del Lazio deve essere evitata per non aumentare la distanza tra i cittadini e la giustizia, per non abbattere l’ennesimo presidio di legalità rimasto nella provincia pontina. La soppressione di tali servizi e strutture operative comporterebbe maggiori costi che dovranno sostenere le pubbliche amministrazioni, cittadini ed imprese, per recarsi nella Capitale, penalizzerebbe le nostre professionalità, comporterebbe un danno ingente sotto il profilo logistico, economico e sociale. Tale scelta, inoltre, renderebbe più complesso l’accesso alla giustizia tributaria, portandola ad essere ancora più lenta e farraginosa proprio in un momento in cui l’obiettivo condiviso dovrebbe essere un reale contrasto della corruzione dilagante e agli sprechi. La provincia di Latina, con i suoi oltre 600 mila abitanti, ha il diritto di avere servizi, sicurezza e legalità. La giustizia non può essere considerata un costo ma deve essere intesa come un investimento per il nostro Paese, per la nostra Regione e soprattutto per i nostri cittadini. Mi auguro che il Governo assuma l’impegno ad evitare questa sottrazione di servizi su un territorio importante e complesso come quello che la provincia di Latina rappresenta non lasciando cadere nel vuoto l’appello dei professionisti e dei cittadini”.

 

Forza Italia Lazio

Contatti

redazione@fondinotizie.net
mob. 393.3919141
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK