Partecipa a FondiNotizie.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Fondani in trasferta: l’esperienza a Torino, tra gatti e una signora particolare

Condividi su:

Pochi giorni fa abbiamo parlato dell’esperienza di un fondano in trasferta a Latina e della sua brutta esperienza con i carabinieri oggi però, dobbiamo raccontare di una bella esperienza di tre fondani a Torino.

Quando si parte per una vacanza, solitamente, la prima cosa che ci si ritrova a pensare è cosa fare nella città e soprattutto, dove dormire. La fortuna purtroppo non è sempre dalla parte dei turisti ma non nel caso di questi tre giovani che, dopo varie ricerche su  internet hanno trovato alloggio in un bed & breakfast nella città piemontese. L’aspetto, visto da fuori, poteva sembrare anche poco confortevole per dei giovani: un’anziana proprietaria, stanze non grandissime, un unico bagno condiviso per le uniche due stanze presenti; effettivamente ci si ritrovava in un mini appartamento adatto solo per una donna anziana.

Ma si sa, non si dovrebbe mai giudicare un libro dalla copertina. Quando i tre giovani hanno cominciato a vivere in quella casa si sono ritrovati a fare i conti con una donna forte, che non aveva perso i valori umili ma decisi che sicuramente l’avevano accompagnata nella sua vita: una bandiera della pace appesa nel giardinetto dal quale si accadeva passando dalla cucina, rendeva l’ambiente pieno di gioia e sicuramente non vivibile in uno dei soliti alberghi standard e un po’ monotoni che si trovano in giro per tutto il mondo. Una donna che amava i gatti, che li trattava un po’ come figli e ai quali aveva dato una compagna, una cagnolina impaurita, salvata dal canile e che, era spaventata da tutto e tutti tranne che dalla mano che le aveva salvato la vita.

Un bed & breakfast un po’ fuori dal mondo, del quale ognuno potrebbe farne a meno ma che, vivendolo, ci si rende conto di voler avere la sua stessa essenza, fatta di tanto amore e tanti bei messaggi da trasmettere al prossimo. Di sicuro delle vacanze non si ricorda il luogo dove si alloggia ma, quando un posto ti entra così tanto nel cuore, con quadri e oggetti provenienti da tutto il mondo, non potrebbe essere altrimenti.

Essere fondani in trasferta significa anche questo: conoscere posti nuovi e, una volta tornati in città farli conoscere a tutti in modo da non lasciare che un ricordo resti solo tale ma facendolo diventare un piccolo pensiero nella mente di tutti. 

Condividi su:

Seguici su Facebook