La posizione di Camminare Insieme sul ballottaggio: "Nessun apparentamento ma invitiamo gli elettori a votare e a farlo in libertà"

| di Camminare Insieme
| Categoria: Comunicati Stampa
STAMPA

Camminare Insieme si è presentata alle elezioni amministrative per offrire un’alternativa politica rispetto alle ultime amministrazioni. Crediamo che Fondi possa essere amministrata meglio di come lo è stata negli ultimi anni e che vada scardinato un sistema clientelare che ha avuto come unico risultato il far restare Fondi al palo rispetto ai paesi limitrofi. Fondi ha necessità di cambiare per crescere e tornare ad essere una Città fiorente, viva ed attrattiva. Certamente non può farlo con un'amministrazione che persegue solo gli interessi di pochi e che fa passare i diritti del cittadino come favori.

Con le elezioni del 20 e 21 settembre, va preso atto che oltre la metà dei cittadini fondani ha manifestato la volontà di chiudere con una fase storica e di liberarsi dai vincoli clientelari che hanno spesso soffocato la nostra comunità e le aspirazioni di tanti a veder liberamente realizzato il proprio progetto di vita. Lo scenario che si è venuto a creare purtroppo non è quello che auspicavamo: a contendersi il gratificante onere di guidare la Città sono due coalizioni – una di centrodestra dell’amministrazione uscente, ed una civica – che non rappresentano la nostra idea di comunità. Per questo motivo non abbiamo stretto patti o fatto apparentamenti con alcuno di loro.

Siamo consapevoli comunque dell’opportunità che il ballottaggio del 4 e 5 ottobre ci offre per dare una spallata all’attuale sistema consolidato di potere e pensiamo che sarebbe un errore rinunciare al diritto/dovere del voto, alla responsabilità civica di scegliere. Non rientriamo tra quelli che sbandierano la parola “coraggio” e poi si defilano quando c’è da prendere posizione o, peggio, stringono accordi sottobanco. Rimarchiamo quindi la nostra scelta di netta discontinuità, coltivata nei mesi che hanno portato alla tornata elettorale di settembre. Lo dobbiamo non solo ai nostri 1723 elettori, ma alla comunità tutta.

Al timore dell’ingovernabilità, noi rispondiamo con la responsabilità dell’intero Consiglio comunale; alla regia unica di un film già visto, noi preferiamo scrivere una nuova sceneggiatura politica. Il passaggio è cruciale ed il consolidato sistema di potere si sta sgretolando. Siamo certi che, in una situazione politica “diversa”, ci siano migliori condizioni per far conoscere in maniera più efficace la nostra proposta politico-amministrativa, la nostra idea di città, a quella larga fascia della popolazione che non siamo ancora riusciti ad avvicinare.

E’ per questo che invitiamo tutti a votare al ballottaggio, ad esprimere il voto senza condizionamenti, in maniera libera e consapevole.

Di certo il dialogo politico costruttivo e fattivo, che noi auspichiamo da sempre, in cui anche l’opposizione, nella differenza dei ruoli, sia ascoltata e coinvolta, potrebbe più facilmente realizzarsi una volta spazzata la coltre di fumo che soffoca da anni la nostra città.

In ogni caso, pur con la nostra limitata rappresentanza, garantiamo che nel Consiglio comunale e nella città saremo i portavoce delle istanze di tutti e che assicureremo il vigile e puntuale controllo dell’azione amministrativa.

Ci faremo garanti di tutti i cittadini, nessuno escluso.

Camminare Insieme

Contatti

redazione@fondinotizie.net
mob. 393.3919141
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK